Matera

Dopo essere partiti da Firenze e dopo quasi 9 ore di automobile eccoci arrivati a Matera. la Basilicata per me era una cosa totalmente sconosciuta. Abbiamo deciso, con mia moglie, di passare così qualche giorno nella città dei Sassi. Avevo un’idea totalmente sbagliata dei Sassi, pensavo fossero dei ruderi, delle grotte situate fuori città in cui andare appositamente, praticamente una cosa a se, staccata dalla città.

_DSC8365

salita alla Civita

Chissà perché avevo questa convinzione e mai ho fatto niente per informarmi e documentarmi meglio. Niente di più sbagliato, i Sassi di Matera sono la città vera e propria, sono Matera.

_DSC8370

la Civita

_DSC8360

dentro la Civita

 Mi sono accorto della mia ignoranza quasi subito, quando ci siamo sistemati, come alloggio, all’interno di una abitazione ristrutturata come B&B, molto bella, all’interno del Sasso Barisano, uno dei due Sassi principali che costituiscono l’ossatura dell’intera città vecchia. L’altro Sasso si chiama Sasso Caveoso. Sono divisi da un colle chiamato Civita, su cui vi è la cattedrale della città. Il Barisano è il sasso per lo più completamente ricostruito le cui case sono state, nel corso del tempo, ristrutturate sia da privati, sia dagli albergatori e dai commercianti per costruire locande, case in affitto, appunto B&B e ristoranti.

_DSC8453

un interno ristrutturato

_DSC8389

la Civita

_DSC8437

Sasso Barisano

_DSC8513

dentro il Sasso Caveoso

Il Caveoso invece è stato lasciato per lo più allo stato originale ed è per questo che vengono organizzati giri turistici in cui le guide locali accompagnano gruppi di turisti (anche qui i giapponesi, noooooo) in giro per questi saliscendi di stradine e viuzze in pietra, per far vedere come si svolgeva la vita nei sassi tanto tempo fa. La mia ignoranza viene via via colmata sempre più scoprendo che nel 1993 i sassi sono stati dichiarati patrimonio Unesco, anche se lo avevo già sentito dire, e che la vita in questi posti è stata veramente dura. Tanta la povertà e la miseria che hanno abitato questi luoghi, in cui all’interno di una abitazione scavata nella roccia di tufo composta da una sola stanza (da qui il nome sasso) vivevano famiglie formate da 10-11 persone in media al freddo, senza acqua corrente e insieme agli animali domestici, tipo maiali, galline e cavalli. Abbiamo visitato un’abitazione ricostruita per capire come vivevano a quei tempi. Noi turisti agiati del 21° secolo non siamo neanche in grado di immaginare le condizioni di vita di queste persone, e tutto questo è durato fino alla metà degli anni 50, quindi non due secoli fa, nella più totale indifferenza del mondo. Fino a quando un signore distinto, di nome Carlo Levi, ebbe l’idea di pubblicare un romanzo sulle condizioni di vita dei materani (Cristo si è fermato ad Eboli) e portò quindi Matera ad avere una risonanza nazionale ed internazionale e tutti, da allora, si interessarono al fenomeno dei Sassi.  Altra mia ignoranza colmata.  Ci sono poi anche numerose chiese rupestri, anche queste scavate nel tufo, molto belle ma che è vietato fotografare al loro interno.

_DSC8613

chiesa rupestre di San Pietro Caveoso

_DSC8401

al tramonto

In sostanza, Matera l’abbiamo trovata molto bella, molto storica e anche, perché no, romantica, insomma una vera e propria sorpresa piacevole. In alcuni momenti sembra di stare all’interno di un presepe. Panorami bellissimi e viste molto molto suggestive da fotografare. Noi ci siamo stati poco, ma attraverso tutto quel reticolo di scorci e viuzze ci sarebbero infiniti particolari da riprendere e inquadrature da fare. Completa tutto ciò la gentilezza della gente del posto. Da ritornare………

_DSC8398

particolare

_DSC8445

particolare

_DSC8467

Sasso Caveoso, la città nuova costruita sopra

_DSC8471

discesa verso il Sasso Caveoso

_DSC8491

la Civita vista dalla chiesa di San Pietro Caveoso

_DSC8474

passi

_DSC8493

turismo

_DSC8500

il torrente Gravina

_DSC8561

in piazza

_DSC8554

saliscendi nelle viuzze....in questo caso solo sali e basta

_DSC8587

la Civita

_DSC8585

le case arroccate sul colle della Civita

_DSC8544

saliscendi nelle viuzze....anche in questo caso solo sali

_DSC8537

dentro il Sasso Caveoso

_DSC8531

vista dal Sasso Caveoso

_DSC8517

Sasso Caveoso

_DSC8528

particolari

_DSC8541

particolari

_DSC8542

dentro il Sasso Caveoso

_DSC8732

la Civita

_DSC8612

turisti giapponesi anche qui....

_DSC8658

la Civita

_DSC8603

Sasso Caveoso