About me

Alessandro Giannini – scattovisuALE

Sono un fotografo di Firenze. Fotografo da tanti anni, la fotografia mi accompagna da quando ero ragazzino e vedevo mio padre, che aveva anche lui questa passione, passare ore e ore in un ripostiglio, trasformato in camera oscura, a stampare immagini in bianco e nero. Quando mi fece vedere come faceva, mi parve di aver assistito ad un miracolo. Vedere l’immagine che nasceva sotto i miei occhi da una vaschetta piena di liquido fu qualcosa di sbalorditivo che mi segnò definitivamente. Da allora tanti e tanti scatti, ma anche tante discussioni con fotoamatori come me, nei circoli, nelle uscite di gruppo e in qualche concorso. Discussioni talvolta molto costruttive, talvolta meno, ma sempre con infinita passione.
Questa passione per la fotografia, che le vicissitudini della vita mi hanno portato a farne una vera professione, mi accompagna ancora oggi che si è persa un po’ di poesia con l’avvento del pc e del digitale, ma tutto questo non ha minimamente scalfito la voglia di avere sempre la fotocamera al collo. Amo rimettermi sempre in discussione, frequentare circoli e anche corsi di fotografia tenuti dai grandi fotografi. C’è sempre da imparare, non ci si deve mai sentire arrivati.
Nasco come fotografo di paesaggi e architetture, ma poi mi sono specializzato anche in ritratti, cerimonie ed eventi sportivi. Questo perché secondo me, l’immagine è ovunque e ovunque si può catturare l’attimo giusto. Ho una particolare predilezione per il bianco e nero anche se ora la faccio col computer e non più in camera oscura con mio padre.
I tempi corrono ma la passione resta… 

 

I am a photographer site in Florence. Photography is with me since I was a kid and I saw my father, who had also this passion, to spend hours into the darkroom to print images in black and white. When he showed me how he was doing, he seemed to have witnessed a miracle. See the image that was born under my eyes from a pan filled with liquid was something amazing that I finally scored. Since then, so many shots, but also many discussions with amateurs like me, in the circles in the group outings and in some competition. Sometimes very constructive discussions, sometimes less, but always with infinite passion.
This passion for photography, which the life led me to make a true profession, accompanies me until today that has been lost a bit ‘of poetry with the advent of the PC and the digital, but this did not dampen the desire to have the camera around my neck. Always I love to get back into question, attend clubs and even photography courses taught by great photographers. There is always more to learn, no one has ever feel arrived.
I started out as photographer of landscapes and architecture, but then I specialized in portraits, ceremonies and sporting events. This is because the picture is everywhere and anywhere you can capture the right moment. I have a particular fondness for the black and white even if I make it with the computer and not more in the darkroom with my father.
Times passes but the passion remains …

Leave a reply